| Change language
Emulsion Power

Staffetta Quotidiana – Stable Emulsion in Arquata – 22/12/2014

dicembre 29, 2014adminNews0

Staffetta quotidiana petrolifera, visto il grande interesse sul mercato italiano, parla nuovamente di Stable Emulsion nella staffetta del 22/12/2014

Clicca qui per scaricare il PDF dell’articolo qui sotto riportato:

Già disponibile ad Arquata la nuova emulsione “Stable Emulsion”

Segnalazioni Note Tecniche

Quindici anni dopo il Gecam, brevettato da Cam Tecnologie nel 1999 (v. Staffetta 02/02/99), e sfruttando i passi avanti fatti dalla ricerca, dopo due anni di test è stata messa a punto una nuova emulsione stabile acqua/gasolio che presenta caratteristiche più performanti rispetto alle emulsioni della prima generazione L’annuncio è stato dato nel corso dell’assemblea del 3 dicembre di Assolombarda Assoenergia (v. Staffetta 10/12) e oggi sarà presentato in un incontro alla Regione Lombardia. Dato l’interesse suscitato dalla notizia, abbiamo chiesto al presidente Marco Tondino qualche particolare in più sul nuovo prodotto che si seguito pubblichiamo. Chi volesse altre informazioni può contattare direttamente lo stesso Tondino 

 

“La nuova emulsione si chiama Stable Emulsion ed è prodotta dalla ditta A. Forini di Bastia Umbra in provincia di Perugia su licenza di Emulsion Power srl proprietaria della tecnologia e dei relativi brevetti. Tra le caratteristiche più performanti che questo prodotto presenta, prima tra tutte la particolare stabilità: non si separa e non presenta sedimenti dopo molto tempo, anche 8/9 mesi. Questo grazie alla nuova tecnologia adottata ed al particolare additivo utilizzato. Il processo consente inoltre di eliminare totalmente i problemi che le vecchie emulsioni mostravano nello stoccaggio dei serbatoi (alghe, mucillaggine, etc), neutralizzando anche il problema generato dalla presenza di biodiesel nel gasolio. Il comportamento a freddo viene assicurato in particolare d’inverno dall’ulteriore aggiunta di glicole.

A differenza di tutte le precedenti emulsioni, inoltre, Stable Emulsion non ha conducibilità elettrica pur in presenza di una significativa quantità d’acqua in origine: una volta trattata nel processo la micro-molecola d’acqua viene totalmente protetta dall’additivo e dal gasolio risultando molto utile nella fase di scoppio e di combustione. Quanto agli altri vantaggi, i test eseguiti dimostrano ad esempio l’abbattimento dei fumi di oltre l’80% per un motore euro 3 senza significative ripercussioni su potenza e consumi. In particolare su motori MAN per produzione elettrica si è ottenuto una riduzione di oltre il 15% di olio di colza a parità di kW prodotti, con una drastica riduzione anche della manutenzione (es. cambio filtri, etc).

Il prezzo della emulsione è reso più conveniente anche dalle agevolazioni fiscali che, nonostante gli ultimi aggiornamenti risulta essere molto vantaggiosa. Due le linee di prezz previste, una per i grossisti e l’altra per i consumatori. Il prodotto è già disponibile e acquistabile dalla ditta Forini e si può ritirare per adesso ad Arquata e entro il prossimo mese di gennaio dal deposito Tamoil di Trecate, mentre impianti di produzione sono già previsti in altre regioni d’Italia”.

© Riproduzione riservata

MIT ITALY – nuova emulsione stabile

dicembre 16, 2014adminNews0

La rivista tecnologica MIT Technology Review ha nuovamente pubblicato un articolo riguardante Emulsion Power, più precisamente si parla del progetto Forini in Tamoil per emulsione ad uso autotrazione e riscaldamento in Lombardia.

Clicca qui per accedere al sito MIT Technology Review

L’avvento della nuova emulsione stabile

Grazie alle innovazioni ottenute da Emulsion Power e al coinvolgimento di Gruppo Forini e Tamoil Italia, una ‘vecchia novità’ potrebbe presto rivoluzionare il sistema dei trasporti e del riscaldamento domestico.

di Matteo Ovi |

“Oggi è un giorno importante nel mondo dei carburanti”. Con queste parole, Aldo Lancia, direttore generale di Tamoil Italia ha dato inizio a un incontro che si è tenuto alla fine di ottobre presso la Tamoil House a Milano.

In questa occasione, che ha riunito un folto numero di operatori del settore, siamo tornati a sentir parlare delle emulsioni stabili di Emulsion Power, giovane società che già l’anno scorso aveva attirato la nostra attenzione con un prodotto che promette di ridurre drasticamente l’inquinamento generato dal settore trasporti e dal settore residenziale (vedi “Emulsion Power: Anello mancante dell’evoluzione energetica?“).

Ebbene, da questo incontro abbiamo appreso che Emulsion Power ha trovato nel Gruppo Forini(un’azienda storica che vanta oltre 80 anni di attività nella commercializzazione di prodotti petroliferi) il sostegno necessario ad ampliare la portata del proprio prodotto.

Alberto Forini, A.D. e comproprietario del Gruppo Forini, ha parlato di un incontro nato dopo un attento studio del prodotto e del processo di produzione sviluppati da Emulsion Power. È sulla base di due anni di test che il gruppo ha appurato come, e soprattutto quanto, la nuova emulsione stabile possa essere adottata per il riscaldamento e l’autotrazione e portare ad enormi benefici. L’anno scorso, la società ha quindi cominciato ad acquistare emulsione dallo stabilimento Emulsion Power di Arquata Scrivia (AL), per poi acquistare quest’anno un macchinario di produzione.

Marco Tondino, Presidente di Assopetroli Assoenergia Lombardia, ha elogiato l’impegno del gruppo Forini nel promuovere una soluzione che potrebbe davvero ripulire il mercato; soluzione che Tondino descrive come una ‘vecchia novità’. I primi esempi di emulsione in Italia, infatti, risalgono agli ultimi anni ’90, quando si guardava all’additivazione come soluzione per ridurre le emissioni nocive di combustibili meno nobili. È per aver saputo ottimizzare la propria emulsione, fino a raggiungere uno standard di qualità senza precedenti dal punto di vista della stabilità e delle prestazioni, che Tondino si è complimentato con Emulsion Power; e come dargli torto.

Come spiegatoci da Davide Rinaldi, responsabile della ricerca e sviluppo e comproprietario di Emulsion Power, il prodotto può essere adottato senza dover apportare particolari modifiche agli impianti di riscaldamento o ai motori dei veicoli e garantisce una riduzione delle emissioni fino all’80 percento. La nuova emulsione stabile permetterebbe quindi di portare un vecchio motore euro 0, 1, 2 o 3 ai livelli di un motore euro 5/6.
Laddove l’emulsione comporta un incremento dei consumi dell’1-2 percento nelle prove sul banco, nella vita reale si verificherebbe l’opposto. “Rispetto al diesel, che con il tempo tende a sporcare ed usurare un motore, l’emulsione stabile vanta una proprietà pulente che permette di contenere i consumi mantenendo il motore al pari del nuovo. Inoltre, grazie agli additivi sviluppati dalla nostra società di ricerca e sviluppo, Additive Chemicals Ltd, per il carburante diesel siamo riusciti a conservare la potenza originale”, dice Rinaldi.

Uno degli aspetti più interessanti della tecnologia è l’effetto che potrebbe avere non solo sui trasporti pubblici ma anche su una particolare famiglia di conducenti che ogni giorno utilizzano mezzi estremamente inquinanti di tipo euro 0. È il caso dei venditori ambulanti, che nella sola Milano ammonterebbero a circa 20.000.
Secondo una stima, l’intervento su questi veicoli potrebbe portare ad una riduzione delle emissioni del 20-40 percento.

Sono stati questi formidabili effetti ad interessare Tamoil Italia, che già dalla fine di quest’anno, per conto del gruppo Forini, avvierà la produzione della nuova emulsione stabile presso il suo deposito fiscale di Trecate (NO). Ovviamente, senza le dovute agevolazioni e appositi incentivi, questa promettente tecnologia ed i buoni propositi che la accompagnano potrebbero non trovare il giusto sbocco commerciale. Anche qui, però, sembra che Emulsion Power, gruppo Forini e Tamoil Italia si siano dati da fare.

Come sottolineato da Marco Tondino, infatti, Confcommercio avrebbe già acconsentito all’associazione di perseguire e rafforzare una collaborazione con Regione Lombardia, Arpa Regionale, ed altre amministrazioni locali del nord-centro Italia, per formulare la normativa necessaria ad abbracciare l’emulsione. In questo frangente, Giuseppe Sgorbati, Direttore del Dipartimento di Arpa Lombardia, ha tenuto a confermare il coinvolgimento dell’agenzia nel progetto ed auspicare altre collaborazioni simili. “Per garantire la qualità dell’ambiente è necessario remare tutti nella stessa direzione”.

Anche Angelo Ciocca, Presidente della 4a Commissione Attività Produttive e Territorio, si è detto più che entusiasta del progetto in corso, ed ha colto l’occasione per incoraggiare gli operatori presenti ad aiutare i legislatori ad andare nella direzione giusta per i cittadini, gli operatori ed il territorio. “Questa iniziativa è stata accolta perché osa provare a rispondere tempestivamente ad un bisogno urgente di cittadini e regione”.

In questo incontro abbiamo forse assistito alla nascita ufficiale di una iniziativa che potrebbe avere forti ripercussioni sulle emissioni inquinanti nel paese, ed è tutto merito della perseveranza di una società nel perfezionare una tecnologia ‘vecchia ma nuova’ ed alla disponibilità di un intero settore industriale di provare a innovarsi.

(MO)

Progetto A.Forini in Tamoil – ITALY

dicembre 11, 2014adminNews0

Durante l’assemblea di Assopetroli Lombardia è stata presentata ufficialmente l’imminente apertura del nuovo impianto di produzione STABLE EMULSION EMULSION POWER per conto A.Forini presso il deposito Tamoil di Trecate ( No).

 

Qui scaricabile il PDF dell’articolo pubblicato sulla Staffetta Petrolifera riguardante la conferenza : articolo su staffetta petrolifera di EMP 10.12.14

Al posto del gasolio, i vantaggi di una nuova emulsione stabile

Messa a punto da Emulsion Power, gruppo A. Forini e Tamoil Italia

Durante l’assemblea annuale del 3 dicembre (v. Staffetta 04/12) il presidente di Assopetroli Assoenergia Lombardia ha presentato una nuova iniziativa, in pratica una nuova emulsione stabile da impiegare al posto del gasolio, che potrebbe dare un importante contributo per la riduzione delle emissioni nocive dell’ambiente prodotte dalla mobilità e dal riscaldamento.

“Un problema” – ha sottolineato Marco Tondino – “che sta molto a cuore alla nostra associazione, da oltre 65 anni a fianco dei cittadini, portando loro servizi, innovazione e soluzioni mirate a ridurre sempre di più la bolletta energetica, assicurando nel contempo il miglior confort e la salvaguardia dell’ambiente. Un’attività e una posizione dei nostri associati fortemente sostenuta anche da Confcommercio, che ha consentito all’associazione di consolidare una stretta collaborazione con Regione Lombardia, Arpa Regionale e le altre amministrazioni locali presenti sul territorio”.

La “Best Practice” del gruppo A. Forini di Perugia (azienda storica del settore con oltre 80 anni di attività), può rappresentare per la Regione Lombardia, per le imprese e per i cittadini, una grande opportunità: ridurre l’inquinamento generato dalle caldaie e dalla mobilità, a costo zero per la Regione e con notevoli vantaggi, anche economici, per il privato e per le pubbliche amministrazioni.

Alberto Forini, A.D. e comproprietario del gruppo, che sulla base di quasi due anni di test, ha rilevato che “la nuova emulsione stabile si può adottare per il riscaldamento e l’autotrazione, senza dover modificare gli impianti e i motori dei veicoli, ottenendo una riduzione delle emissioni fino all’80%. La nuova emulsione è infatti in grado di portare un vecchio motore ‘euro 0, 1, 2 e 3′ a livelli di un motore ‘euro 5/6′, senza dover intervenire sulla meccanica e tantomeno senza adottare particolare retrofit: tali miglioramenti si riscontrano anche per le caldaie funzionanti a gasolio”.

La tecnologia ed il metodo di preparazione del nuovo carburante è un’esclusiva di Emulsion Power di cui Davide Rinaldi, responsabile ricerca e sviluppo e comproprietario della società, ha illustrato come è stato possibile ottenere lo standard di qualità dell’emulsione mai raggiunta finora, per stabilità e per le caratteristiche più performanti.

Condizioni che hanno interessato Tamoil Italia che ha deciso di farsi coinvolgere nel progetto, avviando i lavori per la produzione della Nuova Emulsione Stabile nel deposito fiscale di Trecate (NO), per conto del Gruppo A. Forini, a partire dal gennaio 2014. Presente all’assemblea, il direttore generale di Tamoil Italia, Aldo Lancia, ha sottolineato che: “iniziative così, che hanno valore ambientale, per Tamoil sono assolutamente da perseguire”.

Plausi all’iniziativa sono arrivati dal Segretario Generale di Confcommercio Lombardia, Giovanna Mavellia, e dalla Regione Lombardia, rappresentata alla convention dal presidente della 4a Commissione Attività Produttive e territorio,Angelo Ciocca. Apprezzamenti avvalorati dalla relazione del D.G. dell’Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio di Milano, Bruno Villavecchia, e dall’intervento del D.G. di Arpa Regionale, Umberto Benezzoli, che ha auspicato l’adozione delle emulsioni, quale risposta facile e immediata, all’annoso problema della riduzione delle emissioni nocive: una soluzione economicamente vantaggiosa sia per la Regione che per i consumatori.

In pratica si tratta di sostituire l’uso del tradizionale gasolio per autotrazione e per riscaldamento, con la nuova emulsione stabile e consentire a tutti i mezzi omologati euro 1,2 e 3 di poter circolare senza limitazioni anche nelle aree critiche, con apposita procedura e controllo di filiera, in quanto i loro gas di scarico si ridurrebbero al pari di quelli emessi da motori più recente quali i motori Euro 5 ed Euro 6.

I vantaggi che si potranno ottenere con la Nuova Emulsione Stabile sono i seguenti:

  • Drastica riduzione dell’inquinamento a costo zero per la Regione Lombardia sia nel settore trasporti sia nel settore residenziale, da subito e con semplici procedure di controllo;
  • Possibilità di utilizzare veicoli con motorizzazione Euro 0,1,2,3 con emissioni equivalenti agli Euro 5 e 6, ritardando così la rottamazione di veicoli altrimenti non utilizzabili nelle aree critiche;
  • Riduzione dei costi per gli utilizzatori anche per effetto delle agevolazioni fiscali previste per l’emulsione;
  • Vantaggi immediatamente riscontrabili a confronto con altre iniziative già avviate o in itinere;
  • Gli “ambulanti” ad esempio, che hanno veicoli con motorizzazioni molto vecchie, consorziandosi, potranno utilizzare l’emulsione mediante appositi “Emulsion Point” situati in diverse zone della città e delle provincie.
  • Gli impianti di riscaldamento che non possono essere attualmente riconvertiti con nuovo combustibile, ridurranno comunque le emissioni contemporaneamente ai costi della attuale bolletta energetica;

A conclusione del suo intervento, il presidente Tondino ha auspicato che la Regione Lombardia adotti velocemente le misure necessarie per incentivare l’uso delle emulsioni e che come già il Gruppo Forini, Tamoil Italia ed Emulsion Power anche altri operatori intraprendano iniziative simili su tutto il territorio nazionale a favore dell’ambiente e della nostra economia.

Emulsion Power
La mission di EMULSION POWER S.r.l. è l’ottimizzazione energetica nel nome dell’economia (razionalizzazione) nel massimo rispetto dell’ambiente, in perfetta armonia con le direttive vigenti, con attenzione a quelle future.
Seguici